Slide background

AGRICOLTURA SOCIALE

Azioni terapeutiche, di riabilitazione, di inclusione sociale e lavorativa in agricoltura.

Slide background

RISTORAZIONE E INCLUSIONE

Percorsi riabilitativi, inserimento lavorativo, utilizzo dei prodotti di agricoltura sociale.

Slide background

CIBO CIVILE IN TOSCANA

Un’alleanza tra produttori di agricoltura sociale e ristorazione inclusiva di persone a bassa contrattualità.

Innovazione sociale in agricoltura

La sostenibilità del cibo che mangiamo è un tema ricco di implicazioni rispetto all’idea di futuro che costruiamo. Il cibo contribuisce ad assicurare diritti costituzionali alle persone, così, la salute, l’accessibilità, la sostenibilità ambientale e sociale dei processi, dipendono integralmente dal modo in cui il cibo è prodotto, scambiato, consumato. Il cibo civile, capace di produrre benessere ambientale, salute e processi attivi di inclusione sociale e di abilitazione, è la base per una nuova alleanza tra produttori, consumatori, cittadinanza attiva e istituzioni. Nel cibo civile la produzione di beni di relazione e di socialità, si associa con una rinnovata capacità di costruire “civitas” contemporanee dove la produzione di valore economico, sociale e ambientale si realizzano grazie alla co-produzione di visioni, idee, tecniche, tra più interlocutori (famiglie, istituzioni, agricoltori). Costruttori di futuro che, dall’idea di cibo civile, ritrovano se stessi e la capacità di affrontare molte sfide in atto.

CARTA DEI PRINCIPI

Cibo Civile in Toscana

Il Cibo civile porta con sé qualità ed equità in prodotti alimentari realizzati nel pieno rispetto delle regole vigenti e, in più, il valore volontario dell’attenzione nei confronti delle persone a bassa contrattualità e nella vicinanza ai bisogni di servizio delle persone della comunità. La traduzione del concetto del cibo civile in Toscana si basa su un’alleanza tra produttori di agricoltura sociale e ristorazione inclusiva di persone a bassa contrattualità, con l’intento di realizzare una micro-filiera capace di moltiplicare in modo attivo gli sforzi a supporto dell’equità sociale.

La rete del Cibo Civile

I protagonisti della filiera del Cibo civile danno vita a nuovi modelli di welfare basati su una maggiore attenzione alla sussidiarietà promossa dal pubblico e sul coinvolgimento della cittadinanza attiva, del terzo settore e dell’imprenditoria privata più attenta ai destini della comunità in cui opera.

I principi del Cibo Civile

Il Cibo Civile è un cibo socialmente sostenibile che assicura:

  • mani cassetta verdure

    Economia civile

    Cibo civile promuove un'economia civile attraverso l’inclusione sociale attiva e il consolidamento delle reti inclusive di territorio.

  • arance

    Co-produzione di valori

    Co-produzione di valori nel disegno dei servizi, co-produzione di valore pubblico e privato, co-produzione di valore economico e sociale.

  • campo

    Sussidiarietà

    Sussidiarietà nell’azione tra pubblico, privato sociale e privato agricolo d’impresa a supporto delle persone a piu bassa contrattualitàe dell’inclusione attiva.

  • rispetto-regole

    Rispetto delle regole

    Rispetto delle regole sul lavoro e sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, assenza di qualsiasi forma di sfruttamento delle persone in azienda e nei processi produttivi, rispetto delle abilità dei singoli e delle parità di genere.

  • lavoratrici

    Inclusione lavorativa

    Inclusione lavorativa di persone a bassa contrattualità lungo l'intera filiera: dalle produzione delle materie prime di agricoltura sociale alla trasformazione dei prodotti fino ai servizi di ristorazione.

  • mani pasta

    Sostenibilità

    Cibo Civile nasce con una una logica di sostenibilità ambientale, sociale e economica intesa come capacità di realizzare interventi duraturi.

Sei pronto ad aderire?

Se sei un produttore, un ristoratore o un sostenitore entra a far parte della rete del Cibo Civile compilando il modulo di adesione.